Logo Vallenostra Montebore: unici produttori presidio Slow Food
Caseificio Agriturismo Osteria
pulsantiadotta una pecorail Montebore
 
Quello vero ha il sigillo

segnalato Osterie d'Italia Slow Food Editore

Link
siti di gastronomia e ricette

Italy Recipes
www.italy-recipes.com

La Saletta del Gusto
www.salettadelgusto.com

Italia Medievale, associazione culturale
www.italiamedievale.org

Cheese, le forme del'arte
Cheese Slow Food
Abbiamo partecipato a Bra
dal 18 al /21 settembre 2009

Viagginrete: Viaggi e Vacanze. Agriturismo
Viagginrete Agriturismo

Bed and Breakfast in Italia
Bed and Breakfast in Italia
.


Book
consigli di lettura a tema

Chi è la Gioconda?
Who is Mona Lisa?

La novità letteraria del 2009 arriva dalla storica dell'arte Maike Vogt-Luerssen e riguarda il più celebre quadro di Leonardo, la Gioconda. Nei secoli la donna ritratta è stata identificata come Monna Lisa del Giocondo, moglie di un mercante fiorentino, come Lisa Gherardini (amante di Giuliano de' Medici) e, ultimamente, come Bianca Sforza, figlia naturale di Ludovico il Moro. La studiosa Maike Vogt-Luerssen, un'autorità in fatto di storia dell'arte, dopo diciassette anni di studi ha decisamente cambiato strada e ha documentato che la Gioconda sarebbe proprio Isabella d'Aragona, duchessa di Milano, figlia d'Ippolita Maria Sforza. L'ipotesi si poggia su solide prove, scoprile adesso!


Il Banchetto

"Al più fastoso pranzo nuziale di fine Quattrocento convengono le dame, i cavalieri, i cuochi e i potenti."

copertina libro "Il Banchetto".

Segnaliamo questo romanzo di Orazio Bagnasco (Mondadori 1997) perché si svolge proprio attorno a quel banchetto del 1489 per le nozze fra Isabella D'Aragona e Gian Galeazzo Sforza, figlio di Ludovico il Moro, Duca di Milano. Matrimonio con un cerimoniere d'eccezione: Leonardo Da Vinci.
Il Conte Botta di Tortona ospitò nel suo palazzo una cerimonia e una cena che sembrò superare ogni altra in sfarzo e ricchezza, nessuna portata fu servita senza l'accompagnamento di attori, mimi, cantanti e ballerini con soggetti ispirati al tema mitologico-encomiastico:
"...pastori d'Arcadia, degni di attenzione prorio per il loro parlare rustico, offrirono del formaggio proveniente dalle Valli Tortonesi" (T. Calco, Nuptiae Mediolanesium Docum sive Iannis Galeacij cum Isabella Aragona, Ferdiandi Neapolitanorum Regis nepote, in Redidua, edito in Milano 1644).
Quel 5 febbraio 1489 il formaggio delle nostre valli a forma di torta nuziale presenziò a quella nobile tavola in tutta la sua bontà, il formaggio di Montébore. Questa la storia che ha portato a noi questo formaggio unico al mondo, vi invitiamo a degustarlo presso il nostro agriturismo mentre sfogliate questo romanzo che proprio in quel periodo si ambienta. >>
.

       
 

L'Agriturismo Vallenostra.

Il nostra agriturismo propone pranzi e cene per degustare i prodotti nostrani del territorio, consultate il menù e le nuove offerte speciali per i weekend.

Esterno dell'Agriturismo con vista della valle

L'Osteria del Montébore.

Le nuove sale dell'agriturismo vi accolgono sotto un cielo stellato nella sala Osteria, ideale per chi vuole bere e assaggiare le nostre specialità o solo gustare un tagliere in compagnia.

Tavolino imbandito nell'Osteria

Ideale per festeggiare con una serata romantica, un tavolino riservato per un tête a tête.
Prenota adesso >>

Pecore in un dipinto del noto pittore locale Pellizza da Volpedo

Ricette con Montébore proposte dalla nostra Chef Agata.

Cipolle ripiene della loro zuppa >>

Fersulle (pane fritto) >>

Risotto al Montébore e crema di zucca >>

Salsa di Montébore >>

Foto Montebore, le ricette (c) foto Adriano Bacchella

AAA. Pecora da Montébore cerca famiglia adottiva pari requisiti.

Adotta una pecora da Montebore

Adottare una pecora da Montébore, una pecora DOC, per riservarsi un prodotto raro e di produzione limitata, un formaggio unico al mondo, prodotto in un solo caseificio artigianale, solamente per un numero qualificato ed esigente di amici dei cibi eccellenti.

Il Montébore è il formaggio più raro del mondo: adottare una pecora da Montébore, che vivrà libera nei pascoli appenninici della "Cooperativa Vallenostra" di Mongiardino Ligure (AL), significa riservarsi parte di una produzione eccezionale e raffinata, per sé, per la famiglia, per gli amici, per un dono di qualità e di valore.

Il gregge al pascoloLe pecore non sono tutte uguali e non è uguale il latte che producono: per un Montébore perfetto occorre un latte ugualmente perfetto, nutrito di questi pascoli salienti, del profumo del timo, della mentuccia, del radicchio, dell'erica, del cardo, dell'acetosella, di quest'aria unica al mondo, l'aria della Val Borbera, di un microclima che fa sbocciare l'erba più succulenta, più profumata, per un latte schiumoso e ricco di fragranze preziose e generose.

Il latte per produrre il Montébore lo producono le pecore e le belle mucche brune della Cooperativa Vallenostra, che vivono in piena libertà in questa vallata lontana dal tempo e dalla frenesia incosciente che trasforma gli alimenti in pallide imitazioni del cibo vero.

 

 

Diventa nostro fan e resta aggiornato sulle novità in anteprima, segui la pagina Facebook!

Trovaci su Facebook e diventa nostro amico :)

Vallenostra News:

18/06/2016
Festa dell'adozione della pecora da Montébore 2016: scopri l'evento per le famiglie che hanno adottato una pecora e la incontrano sui prati dell'agriturismo Vallenostra.
Domenica 3 luglio si festeggia la prima domenica sui pascoli della Val Borbera a colazione, visitando il gregge direttamente sui prati attorno al caseificio Vallenostra (di Mongiardino Ligure), pranzando poi presso l'agriturismo. Chi ha aderito alla campagna "Adotta una Pecora da Montébore" ritirerà poi il "cesto qualità", che ha riservato, contenente il raro Montébore Presìdio Slow Food (patrocinio della Condotta del Gavi), altri formaggi pregiati, il vino Timorasso, salumi artigianali e tanti altri prodotti dell'azienda agricola. Il 10, 17, 24 e 31 luglio si replica (sempre esclusivamente su prenotazione 0143.94131), la festa è aperta a tutti, prenotando per tempo o adottando una delle ultime pecore disponibili... >>

Foto dell'incontro con le pecore nella stalla

Archivio completo Vallenostra News >>

Presidio Slow Food per la biodiversità


Con soli 100 euro all'anno, gli Amici del Montébore e di tutto il cibo "lento", bio e di qualità, testimonieranno concretamente l'amore per la terra, per le tradizioni, per l'eccellenza gastronomica dell'Italia.

Roberto Grattone

Una volta l'anno, nel giorno della festa del Montébore, le famiglie adottive, che possono essere gruppi famigliari ma anche gruppi di amici o associazioni, potranno condividere una giornata alla Cooperativa, incontrare le belle e miti artigiane che producono il formaggio Montébore, presìdio Slow Food: verrà loro consegnato il cesto qualità Vallenostra contenente le forme di Montébore, di altri formaggi prodotti dalla Cooperativa (secondo la disponibilità del periodo), torte di ricotta, miele o confettura e il famoso vino Timorasso, del valore corrispondente alla somma associativa. >>

Per adottare una pecora da Montébore è necessario compilare il modulo on-line oppure inviare tramite fax o posta la versione stampabile.
Scarica il modulo d'adozione della pecora >>
(documento PDF di Adobe Acrobat Reader)

Il Montébore è un sopravvissuto, parla del passato, ha lottato per non conoscere l'estinzione, per non sparire dal mondo del gusto e della qualità. Merita rispetto, chiede consapevolezza.

Vallenostra Agriturismo e Caseificio, Soc. Cooperativa Agricola
Cascina Valle 1, Mongiardino Ligure (AL) Italia - (P.Iva 01823030067) - telefono e fax +39 0143 94131 info@vallenostra.it
Area Press riservata ai giornalisti

© 2007 Tutti i diritti sono riservati, altri loghi e immagini sono di proprietà dei rispettivi titolari dei diritti e sono citati per completezza dell'informazione.
Web design: Andrea Musso Comunicazione